Kitog
Blog portale che si occupa di animali domestici, in particolare cani e gatti.

Spazzolare il gatto: consigli, informazioni su come spazzolare il tuo gatto

Per natura, i gatti hanno molta cura per il proprio pelo. Se hai un gatto, avrai sicuramente notato la sua ossessione per la pulizia minuziosa che dedica ogni momento alla sua pelliccia.gatto si lava il pelo
Fortunatamente, la maggior parte delle volte se la cava da solo ma a volte gli servirà un piccolo aiuto.

Curare il pelo di un gatto ma soprattutto come spazzolare un gatto sono le questioni più importanti che andremo ad analizzare in questo articolo.

La spazzolatura del tuo gatto deve essere divertente per entrambi, quindi assicurati di spazzolarlo in un momento di calma e relax. Dopo che il tuo gatto ha finito di giocare dopo aver mangiato potrebbero essere buoni momenti per cimentarsi nella toelettatura felina.
Oltre al tuo gatto, assicurati che anche tu abbia il giusto stato d’animo: se hai avuto una brutta giornata o sei di cattivo umore probabilmente sarebbe meglio rimandare ad un altro giorno.

Come spazzolare il tuo gatto: indice dei contenuti

01- Perché è importante spazzolare il tuo gatto
02- Per quanto tempo occorre spazzolare il gatto
03- Come spazzolare il gatto
04- Accessori per spazzolare il gatto

01- Perché è importante spazzolare il tuo gatto

Spazzolare il tuo gatto contribuisce a stringere il rapporto tra voi due, infatti, i gatti non sono molto propensi a farsi “pettinare” dagli umani: se non oppone troppa resistenza sei già a metà dell’opera!
I motivi che rendono la spazzolatura del gatto indispensabile sono tanti e tutti importanti, eccone alcuni:

  • Come per noi umani con i capelli, spazzolare il pelo del gatto aiuta a distribuire su tutta la superficie del corpo l’olio naturale presente sui peli e pelle
  • Spazzolare frequentemente il tuo gatto aiuterà a sciogliere i nodi che si formano nel pelo senza aver bisogno di eliminarli con le forbici
  • Spazzolando il pelo del tuo gatto, ti assicurerai che non ci siano pulci o zecche
  • Più spazzoli il tuo gatto e meno si lamenterà la prossima volta
  • Spazzolando il pelo del tuo micio potrai controllare la salute della sua pelle e delle orecchie
  • infine, non dimenticarti che quanti più peli elimini con la spazzola, meno il tuo gatto dovrà inghiottirne mentre si lava!

02- Per quanto tempo occorre spazzolare il gatto

per quanto tempo devo spazzolare il gatto

Ricorda le prime volte che spazzoli il tuo gatto di non superare i 5-10 minuti. Aumenta gradualmente il tempo fino a quando il tuo micio non si abituerà a poco a poco alla routine dedicata a lui e al suo pelo.

Tieni presente che la pazienza è tutto, soprattutto durante le prime sedute di toelettatura! Se il tuo gatto si stressa facilmente, interrompi la spazzolatura e ricomincia quando sarà più tranquillo.

Ricordati che spazzolare il gatto regolarmente diminuirà la durata di ogni sessione

Infatti, dovrai solo fare “manutenzione” e non ricominciare ogni volta da capo, mettendoci diverso tempo e fatica. Per una toelettatura perfetta dovrai spazzolare il tuo gatto in ogni parte del corpo: incluse orecchie, coda, pancia, schiena e anche le zampe!

Spazzolare un gatto a pelo lungo

Se hai un micio a pelo lungo, dovresti spazzolarlo pochi minuti ogni giorno per mantenere il suo pelo sempre in ordine. Per i gatti a pelo corto invece, passa la spazzola due o tre volte alla settimana, sarà sufficiente a non ritrovarti la casa piena di peli di gatto!

03- Come spazzolare il gatto

Per prima cosa assicurati di avere un buon pettine o spazzola per il pelo del gatto: ti aiuteranno a mantenere in buone condizioni il pelo del tuo gatto rimuovendo la sporcizia ed i nodi.come spazzolare il gatto

Cominciare a spazzolare il gatto

Usa un pettine di metallo e parti dalla testa fino alla coda. Ricordati di non passare mai la spazzola contropelo. Successivamente, prendi una spazzola con setole morbide, gomma oppure un guanto apposito per rimuovere i peli morti in eccesso.
Le parti più delicate sono vicino al petto e sulla pancia: pochi gatti gradiscono che li si spazzoli in quelle zone! Inizia pettinando il ventre e le zampe assicurandoti di sciogliere delicatamente i nodi. Poi, spazzola la pelliccia con movimenti verso l’alto. Per spazzolare la coda, parti dall’attaccatura e procedi verso la fine. Se la coda del tuo gatto è particolarmente piena di pelo, parti dal centro e pettina prima una parte e poi l’altra.

04- Accessori per spazzolare il gatto

Per spazzolare il tuo gatto, servono alcuni accessori indispensabili per la toelettatura: una spazzola a denti larghi per la prima “passata” ed una a denti più fini per spazzolarlo dopo che avrai tolto i nodi e la sporcizia superficiale. Inoltre assicurati di avere delle forbicine per tagliare eventualmente i nodi. Leggi questo articolo per informazioni sugli accessori per toelettatura!

Potrebbe piacerti anche