Come faccio a sapere quanti cani ho intestati?

Come faccio a sapere quanti cani ho intestati?
Come faccio a sapere quanti cani ho intestati


L’amore per gli animali domestici, in particolare per i cani, è una delle passioni più belle e condivise al mondo. I padroni di cani spesso considerano i loro amici a quattro zampe come parte integrante della famiglia. Tuttavia, oltre alla cura quotidiana e all’affetto che si dona a questi compagni fedeli, vi è anche una parte burocratica che non può essere trascurata, ovvero l’intestazione dei cani al proprio nome. Ma come si fa a sapere quanti e quali cani si hanno intestati? Di seguito, una guida per navigare tra le procedure e i sistemi che permettono di avere questa importante informazione.

L’importanza della registrazione

Prima di addentrarci nel come verificare il numero di cani intestati, è fondamentale capire perché sia così importante la registrazione. Il processo di registrazione di un cane assicura che l’animale possa essere identificato e riportato al suo legittimo proprietario in caso di smarrimento. È inoltre un requisito legale in molti paesi che aiuta anche a monitorare la salute pubblica e controllare le nascite, grazie a politiche come l’obbligo di sterilizzazione o la raccolta di statistiche sulla popolazione canina.

Il database nazionale

In molti paesi, esiste un database centrale che raccoglie le informazioni di tutti i cani registrati. Questo database è di solito gestito da autorità governative o entità designate che si occupano di registrare i microchip dei cani. Il microchip è un dispositivo elettronico di piccole dimensioni che viene inserito sottocute e contiene un codice univoco legato alle informazioni del proprietario e del cane. Quando si ha bisogno di verificare quanti cani si hanno intestati, il primo passo è contattare l’organizzazione che gestisce il database nazionale.

La procedura di verifica

Per accedere alle informazioni contenute nel database nazionale, il proprietario dovrà fornire alcuni dati personali che possono includere il codice fiscale, un documento d’identità e, talvolta, una dichiarazione di possesso. È probabile che ci sia un servizio online che permetta di effettuare questa verifica in modo semplice e veloce. In alternativa, può essere necessario recarsi presso un ufficio designato o contattare telefonicamente il servizio clienti.

La consultazione dei documenti di adozione o acquisto

Se il cane è stato adottato da un rifugio o acquistato da un allevatore, è probabile che vi siano stati forniti dei documenti che attestano la proprietà e la registrazione. Questi documenti sono una risorsa preziosa poiché contengono le informazioni relative al microchip e possono essere utilizzati come punto di partenza per la verifica. Tuttavia, è importante assicurarsi che i dati siano stati trasferiti correttamente al database nazionale e che la registrazione sia stata completata.

Il ruolo dei veterinari

I veterinari giocano un ruolo fondamentale nella registrazione dei cani. Quando si fa impiantare un microchip al proprio cane, è il veterinario che si occupa di inserire le informazioni nel database nazionale. È quindi possibile che il proprio veterinario di fiducia possa accedere al database per controllare lo stato della registrazione e confermare quanti cani sono intestati a un determinato proprietario.

La responsabilità del proprietario

Oltre a essere un requisito legale, assicurarsi che tutti i propri cani siano correttamente registrati e aggiornati nel database nazionale è una responsabilità etica del proprietario. Ciò significa anche verificare periodicamente che le informazioni siano corrette e, se si verificano cambiamenti come un trasloco o un cambio di numero di telefono, è essenziale aggiornare i dati per garantire che la catena di sicurezza non venga interrotta.


La registrazione dei cani e la verifica di quanti animali si hanno intestati non è solo una questione burocratica, ma un atto di cura e responsabilità verso i nostri compagni a quattro zampe. Avere queste informazioni aggiornate e facilmente accessibili può fare la differenza nel ricongiungere un cane perduto con la sua famiglia. È importante familiarizzare con i sistemi di registrazione nazionali e locali e mantenere una comunicazione aperta con i veterinari e le autorità competenti.

Per sapere quanti cani si hanno intestati è necessario rivolgersi all’organismo che gestisce il database nazionale dei microchip, utilizzare i documenti di adozione o acquisto come riferimento, avere il supporto del proprio veterinario e mantenere aggiornate le proprie informazioni personali. Facendo così, si garantisce il benessere dei propri animali e si contribuisce alla creazione di una comunità più sicura per tutti i cani.