Come dare una pastiglia al gatto?

Come dare una pastiglia al gatto?
Come dare pastiglia al gatto

Chi ha un gatto sa bene che questi felini hanno una personalità forte e indipendente. Questo carattere spesso si rivela nel momento in cui si cerca di somministrare loro una pastiglia. Che sia per motivi di salute o per prevenzione, dare una pastiglia al gatto può trasformarsi in una sfida. In questo testo, scopriremo i modi più efficaci per somministrare una pastiglia al tuo micio, riducendo lo stress sia per l’animale sia per il proprietario.

Preparazione preliminare per dare una pastiglia al gatto

Prima di procedere alla somministrazione della pastiglia, è fondamentale prepararsi adeguatamente. Assicurati di avere a disposizione tutto ciò che ti serve: la medicina, un po’ d’acqua, uno snack o del cibo umido che il tuo gatto adora. Inoltre, è importante creare un ambiente tranquillo: scegli un momento della giornata in cui la casa è calma, possibilmente quando il gatto è più rilassato. Preparare il terreno in questo modo può fare la differenza tra successo e fallimento.

La tecnica ‘Incorniciata dalla carezza’

Una delle tecniche che puoi utilizzare per somministrare la pastiglia si basa sulla costruzione di un rapporto di fiducia con il gatto. Inizia accarezzando il tuo micio come faresti normalmente, creando un’atmosfera di serenità. Solo dopo aver stabilito questo momento di relax, procedi delicatamente a posizionare la pastiglia tra le dita indicatore e pollice di una mano, mentre con l’altra mano supporti la mandibola del gatto e sollevi leggermente la testa all’indietro. Poi, con un movimento rapido ed efficace, posiziona la pastiglia sul fondo della lingua e chiudi delicatamente la bocca del micio, massaggiando leggermente la gola per stimolare la deglutizione.

L’approccio ‘Giochi di inganno’

Un altro metodo consiste nell’ingannare il gatto, nascondendo la pastiglia nel suo cibo preferito o in una piccola porzione di snack. Questo può funzionare con i gatti meno sospettosi, che non si accorgono della presenza della medicina. Tuttavia, molti gatti sono in grado di individuare la pastiglia e di lasciarla da parte, mangiando solo il cibo. In questi casi, può essere utile schiacciare la pastiglia e mescolarla con una quantità limitata di cibo umido, in modo che il gatto non possa separare i due componenti. Attenzione però: assicurati che il farmaco possa essere schiacciato e che non debba essere necessariamente ingerito intero.

La collaborazione con un aiutante

Quando si affronta il compito di dare una pastiglia a un gatto, avere un aiutante può essere molto utile. Una persona può tranquillizzare e tenere il gatto, mentre l’altra si occupa di somministrare la medicina. L’importante è agire con calma e sicurezza, senza trasmettere ansia o nervosismo, che il gatto potrebbe facilmente percepire.

Gestione dello stress e del rifiuto

È possibile che il gatto si agiti o rifiuti categoricamente di prendere la pastiglia. In queste situazioni, è essenziale mantenere la calma e non forzare troppo, per evitare di traumatizzare l’animale. Se si incontrano difficoltà, può essere opportuno fare una pausa e riprovare più tardi, oppure cercare alternative, come chiedere al veterinario se è disponibile una forma diversa del medicinale, come un liquido o una pastiglia masticabile.

L’importanza del rinforzo positivo

Dopo aver somministrato la pastiglia, è cruciale fornire al gatto un rinforzo positivo. Offrigli una coccola, giocaci un po’ o dargli un piccolo premio sotto forma di cibo o snack che ama. Questo aiuterà a creare un’associazione positiva e potrebbe rendere più semplice il processo nelle volte successive.

Ricorso alle alternative

Se tutte le tecniche sopra citate non dovessero sortire effetto, è possibile considerare delle alternative. Alcuni veterinari possono fornire la medicina sotto forma di gel transdermico da applicare sul padiglione auricolare del gatto, o consigliare altri metodi di somministrazione. Inoltre, esistono in commercio degli “aiuti per la somministrazione”, come dei piccoli dispositivi progettati per facilitare l’introduzione della pastiglia direttamente in gola. Queste opzioni possono essere esplorate in accordo con il veterinario di fiducia.


Somministrare una pastiglia a un gatto può sembrare un’impresa ardua, ma con la giusta preparazione, tecnica e pazienza, è possibile farlo con successo e senza troppi stress. Ricorda di agire sempre con calma e dolcezza, rispettando il benessere del tuo amico a quattro zampe. In caso di difficoltà, non esitare a consultare il veterinario, che potrà offrirti consigli specifici per il tuo gatto o suggerirti metodi alternativi di somministrazione. Con queste strategie, si può affrontare la sfida di dare una pastiglia al gatto con fiducia e serenità, per il bene della salute del tuo piccolo compagno felino.