Come mettere il gatto nel trasportino?

Come mettere il gatto nel trasportino?
Come mettere il gatto nel trasportino

Spesso, per i proprietari di gatti, uno dei momenti più temuti è quello di dover inserire il proprio micio all’interno di un trasportino. Questa azione può trasformarsi in una prova di pazienza e affetto, ma anche di comprensione, verso il nostro amato felino. L’obiettivo di questa guida è di spiegare, con meticolosità e cura, il processo attraverso il quale si può trasformare questa esperienza potenzialmente stressante in un’occasione di legame e fiducia con il nostro gatto.

La base: conoscere il tuo gatto

Ogni gatto è un universo a sé, con peculiarità e preferenze che lo rendono unico. Prima di introdurlo nel trasportino, è essenziale comprendere il suo carattere: ci sono gatti che si fidano ciecamente del proprio umano, altri che sono più diffidenti o indipendenti. Conoscere il temperamento del tuo gatto ti aiuterà a capire il miglior approccio da adottare. Un gatto avventuroso potrebbe essere incuriosito dal trasportino, mentre uno più schivo potrebbe necessitare di maggior tempo per adattarsi.

Il trasportino: il nuovo rifugio

Il trasportino non deve essere vissuto dal tuo gatto come una prigione, bensì come un luogo sicuro e confortevole. Per raggiungere questo obiettivo, è fondamentale presentare il trasportino al gatto in modo graduale. Posizionalo in un’area tranquilla della casa, con la porta aperta, così che il gatto possa esplorarlo liberamente. All’interno, puoi mettere coperte familiari o un giocattolo preferito, per rendere l’ambiente accogliente e rassicurante. Spruzzare feromoni sintetici o utilizzare erbe calmanti come l’erba gatta può anche aiutare a creare un’associazione positiva.

La preparazione: creare associazioni positive

L’abitudine gioca un ruolo chiave nel determinare come il tuo gatto percepirà il trasportino. Dedica del tempo, nei giorni o settimane precedenti al viaggio, a familiarizzare il tuo gatto con il trasportino. Puoi incoraggiare il tuo micio a entrarvi offrendogli cibo o snack all’interno, e facendo in modo che ogni interazione con il trasportino sia positiva. Spendere del tempo giocando o coccolando il gatto vicino al trasportino contribuisce a consolidare l’idea che quel luogo sia sicuro e piacevole.

Il momento decisivo: inserire il gatto nel trasportino

Quando arriva il momento di mettere il gatto nel trasportino, è importante mantenere la calma. I gatti sono molto sensibili allo stress ed alle emozioni umane, quindi una tua serenità può trasmettere tranquillità anche a lui. Avvicinati al tuo gatto dolcemente, parlandogli con tono rassicurante. Se il gatto entra volontariamente nel trasportino per il cibo o il giocattolo, chiudi delicatamente la porta dietro di lui. In caso contrario, potrebbe essere necessario sollevarlo e porlo delicatamente all’interno del trasportino. Ricorda di farlo con delicata fermezza, supportando il petto e il posteriore, e di evitare movimenti bruschi o forzati.

Strategie alternativi

Se il tuo micio è particolarmente reticente, potresti considerare tecniche alternative. Una strategia potrebbe essere quella di posizionare il trasportino verticalmente, con l’apertura verso l’alto, e inserire dolcemente il gatto dal basso, che può sembrare meno intimidatorio per lui. Un’altra opzione è quella di utilizzare la distrazione: giocare con il gatto e, nel pieno dell’eccitazione, guidarlo nel trasportino.

Dopo il viaggio: il ritorno a casa

Una volta che il viaggio è terminato, non dimenticare di premiare il tuo gatto per il suo coraggio e la sua cooperazione. Un trattamento gustoso o del tempo di gioco extra possono essere dei modi efficaci per concludere l’esperienza. Inoltre, assicurati di lasciare il trasportino disponibile e accessibile, così da poter continuare a costruire associazioni positive.


Mettere il gatto nel trasportino non deve essere un’esperienza traumatica, né per te né per il tuo amico a quattro zampe. Con pazienza, comprensione e amore, è possibile creare un’associazione positiva con il trasportino e rendere i viaggi meno stressanti. Ogni gatto imparerà e si adatterà al suo ritmo; la chiave è rispettare i suoi tempi e i suoi spazi, rinforzando il legame di fiducia e sicurezza che vi unisce. Ricorda che la tua serenità e la tua guida possono fare la differenza nel rendere queste avventure, grandi o piccole che siano, un’esperienza positiva e arricchente per entrambi.