Quanto costa mettere il microchip al gatto?

Quanto costa mettere il microchip al gatto?
Quanto costa mettere il microchip al gatto

Il tuo gatto è un membro della famiglia a tutti gli effetti e, proprio come per ogni altro essere amato, desideri garantirgli sicurezza e protezione. Una delle misure più efficaci e moderne per la sicurezza dei nostri amici felini è la microchippatura. Ma cosa comporta esattamente questo processo e soprattutto, quale costo deve sostenere un proprietario per microchippare il proprio gatto? Questo articolo mira a fornire tutte le informazioni essenziali per comprendere i dettagli e le spese legate alla microchippatura dei gatti.

Cos’è il microchip e come funziona

Innanzitutto, è importante capire cosa sia un microchip e come funzioni. Un microchip è un piccolo dispositivo elettronico, grande circa quanto un chicco di riso, che viene impiantato, tramite un’iniezione, sotto la pelle del gatto. Questo chip contiene un codice univoco che viene letto attraverso uno scanner speciale. Quando il microchip viene scansionato, il codice appare sullo schermo dello scanner e può essere utilizzato per rintracciare i dettagli del proprietario registrati in un database nazionale, a condizione che i dati siano stati inseriti e tenuti aggiornati.

Il processo di microchippatura

Il processo di microchippatura è rapido e relativamente indolore per il gatto. Simile a una vaccinazione, il microchip viene inserito con una siringa e l’intera procedura dura pochi secondi. Una volta impiantato, il microchip non richiede alcuna manutenzione e dovrebbe durare per tutta la vita del vostro amico a quattro zampe. È però fondamentale registrare il chip e mantenere aggiornate le proprie informazioni per assicurarsi che il sistema funzioni efficacemente.

Determinare il costo della microchippatura

Il costo di microchippare un gatto può variare in base a numerosi fattori. La località geografica, la clinica veterinaria scelta, e se la microchippatura viene effettuata durante una visita ordinaria o insieme ad altri servizi, come le vaccinazioni o la sterilizzazione, possono influenzare il prezzo finale. In generale, il costo si attesta in una fascia che può andare dai 30 ai 70 euro. È però consigliabile contattare direttamente il proprio veterinario per ottenere un preventivo preciso.

La variabilità dei prezzi tra le cliniche veterinarie

Le cliniche veterinarie stabiliscono i propri prezzi basandosi su vari criteri. Alcune possono offrire tariffe pacchetto che includono la microchippatura insieme ad altri servizi, potenzialmente abbassando il costo complessivo. Inoltre, tenete presente che i centri di adozione o gli eventi promozionali possono talvolta offrire la microchippatura a un prezzo ridotto o addirittura gratuitamente come parte di una campagna di sensibilizzazione.

L’importanza della microchippatura e l’investimento nel lungo termine

Anche se può sembrare una spesa aggiuntiva, microchippare il gatto è un investimento nel suo benessere e nella vostra tranquillità. I gatti microchippati hanno maggiori possibilità di essere ricondotti al loro proprietario qualora dovessero smarrirsi. Questa tecnologia migliora notevolmente le probabilità che il vostro amato compagno felino venga trovato e restituito in sicurezza alla casa, rispetto ai tradizionali collari, che possono essere persi o rimossi.

Altri costi da considerare

Oltre al costo del microchip in sé, ci potrebbero essere delle spese aggiuntive da tenere in considerazione. Ad esempio, alcuni database nazionali richiedono una quota per registrare o aggiornare i dati del proprietario. Anche se questa quota è di solito modesta, è un aspetto da non trascurare nel calcolo del budget totale per la microchippatura del vostro gatto.

La manutenzione del microchip

Una volta che il vostro gatto è stato microchippato, non vi sono costi di manutenzione diretti per il chip stesso. Tuttavia, è vitale assicurarsi che le informazioni di contatto siano sempre correnti. Cambiamenti di indirizzo, numero di telefono o trasferimenti di proprietà devono essere prontamente aggiornati nel database. Anche se questi aggiornamenti sono in genere gratuiti, alcune organizzazioni potrebbero richiedere una piccola tassa per il servizio.