Cane trovato nel deserto con qualcosa attaccato al fianco: l’incredibile storia raccontata da tre camperiste!

Cane trovato nel deserto con qualcosa attaccato al fianco: l’incredibile storia raccontata da tre camperiste!

Era una calda giornata di sole nel Bulldog Canyon, in Arizona, e le tre sorelle camperiste, Vanessa, Theresa e Aubrey, stavano esplorando la zona in cerca di un particolare tipo di cactus. La tranquillità del deserto però, è stata improvvisamente interrotta quando si sono trovate di fronte a un piccolo cane che vagava da solo non lontano dal loro accampamento. Il cane trovato nel deserto inizialmente ha ringhiato alle tre ragazze, ma poco dopo. loro hanno capito perché lo aveva fatto.

Le tre sorelle, gestori del profilo TikTok @nomaddiaries, ovviamente che non avrebbero mai potuto lasciare quel cane al suo destino. Con pazienza e amore, hanno cercato di conquistare la fiducia del piccolo amico a quattro zampe, che sembrava desideroso di essere salvato. E così, grazie alla loro dedizione e alla sua voglia di essere aiutato, il cane si è unito al gruppo e insieme hanno ritorno al campo base, pronti per avvertire le autorità competenti.

Cane trovato nel deserto: cosa aveva attaccato al fianco?

“All’inizio, quando ci ha ringhiato, ci è voluto un po’ di tempo per convincerlo a venire da noi. Dopo alcuni minuti, ha finalmente deciso di avvicinarsi a mia sorella Theresa, anche se era ancora visibilmente nervoso. Appena ci siamo resi conto che aveva un cactus cholla attaccato al fianco, abbiamo prontamente provveduto a rimuoverlo. Una volta liberato dal fastidioso cactus, si è subito tranquillizzato e ha iniziato a riempirci di baci, come se fosse grato per la nostra gentilezza”. Questa è la toccante storia raccontata da Vanessa a The Dodo.

L’incontro con il padrone

Il povero cane, che poteva essere stato abbandonato o smarrito, è stato trovato fortunatamente dalle tre donne premurose che, dopo averlo riempito di coccole, si sono messe alla ricerca del suo padrone. Purtroppo nessuno sembrava riconoscerlo e così, il giorno successivo, hanno deciso di portarlo da un veterinario per controllare se fosse dotato di microchip. Per fortuna il cane aveva il microchip e in poche ore le donne sono riuscite a rintracciare il proprietario. L’uomo ha raccontato loro che il cane si chiama Echo e che era stato smarrito da diversi giorni senza più riuscire a trovarlo.

“Quando ci siamo incontrati con il proprietario è stata un’emozione unica, abbiamo pianto tutti insieme. Lui aveva quasi perso le speranze pensando che il suo cane fosse stato mangiato da un coyote”, racconta con commozione Vanessa.