Cani più longevi: è possibile stabilirlo dal tipo di naso? Secondo uno studio sì. Ecco perché!

Cani più longevi: è possibile stabilirlo dal tipo di naso? Secondo uno studio sì. Ecco perché!

I padroni di cani sono sempre curiosi di sapere quali siano le razze canine che vivono più a lungo. Nessun proprietario vorrebbe trovarsi a separarsi dal proprio adorato amico a quattro zampe. Quando si supera una certa età, quindi, si inizia a riflettere su quanti anni di vita ancora si possono trascorrere insieme. E quindi quali sono i cani più longevi?

Un recente studio ha fornito un’incredibile scoperta che potrebbe arricchire ancora di più quest’analisi. Pare infatti che la forma del viso e la lunghezza del muso possano offrire informazioni preziose sul futuro del vostro fedele compagno. Un team di ricercatori britannico ha messo a confronto quasi mezzo milione di cani di razze differenti, dimostrando come il naso del vostro cane possa rivelare molto sul suo destino.

Quali sono i cani più longevi

Nonostante possa sembrare incredibile, scienziati hanno recentemente scoperto una connessione sorprendente tra la struttura del naso dei cani e la loro aspettativa di vita. Uno studio condotto nel Regno Unito ha analizzato i dati di oltre cinquecentomila cani e ha concluso che la lunghezza del muso è correlata alla durata della loro vita. In altre parole, i cani di piccola taglia con un naso pronunciato, come ad esempio i bassotti, tendono a vivere più a lungo rispetto alle razze più grandi e con un muso “piatto”, come i bulldog inglesi. Questa scoperta ha dimostrato che un insieme di fattori, inclusa la razza, la taglia, il sesso e la forma del muso, influisce significativamente sulla longevità di questi affettuosi animali.

Lo studio

La diversità fenotipica dei cani è un tema ampiamente discusso, poiché attualmente esistono circa 400 razze che si differenziano tra loro per comportamento, morfologia e aspettativa di vita. Nonostante ciò, le ricerche sull’aspettativa di vita di questi animali sono state finora scarse e poco approfondite.

Un recente studio, pubblicato sulla rivista Scientific Reports, ha finalmente cercato di colmare questa lacuna stabilendo quali sono i cani più longevi. Questo studio ha raccolto dati relativi a 584.734 cani viventi o deceduti nel Regno Unito. Questi dati sono stati suddivisi in base a diversi parametri come il lignaggio parentale, la razza, la taglia, il sesso e l’indice cefalico.

I risultati hanno mostrato che i Lancashire Heeler sono i cani con l’aspettativa di vita più lunga, con una media di 15,4 anni. Seguono i Tibetan Spaniel con 15,2 anni e i Bolognese con 14 anni di aspettativa di vita.

Come nel caso degli esseri umani, anche i cani femmina tendono generalmente a vivere più a lungo dei maschi. La media di aspettativa di vita per le femmine è di circa 12,7 anni, mentre per i maschi è di 12,4 anni.

In generale, è stato rilevato che i mammiferi di taglia più grande tendono a vivere più a lungo rispetto a quelli di taglia più piccola. Inoltre, le femmine di molte specie di mammiferi hanno una maggiore probabilità di sopravvivere rispetto ai maschi della stessa specie.

Tuttavia, all’interno della stessa specie canina, la situazione cambia leggermente. I cani di piccola taglia tendono ad avere un’aspettativa di vita più lunga rispetto a quelli di taglia media o grande. Questo è particolarmente influenzato dalla conformazione del muso, soprattutto la forma e la lunghezza del naso.

Ad esempio, un cane maschio di taglia media con un muso piatto ha quasi tre volte più probabilità di avere una vita breve rispetto a una femmina di taglia piccola con un muso lungo, come un bassotto nano o un levriero italiano. Ciò accade perché i cani con musi corti sono più soggetti a problemi respiratori di notevole entità.