Gatto soffocato da un serpente: la padrona lo libera utilizzando un oggetto inaspettato. Ecco quale!

Gatto soffocato da un serpente: la padrona lo libera utilizzando un oggetto inaspettato. Ecco quale!

Immagina di vedere il tuo gatto soffocato da un serpente velenoso. Rebecca, nonostante la paura che l’ha avvolta in quel momento, si è dimostrata incredibilmente composta e ha agito immediatamente per evitare una potenziale tragedia. Non convenzionalmente, ma con grande determinazione, Rebecca si è avvalsa di un’inusuale ma efficace pinza da insalata.

Ricordiamo che tutto ciò è accaduto in Australia, dove incontrare un serpente nel proprio giardino è sorprendentemente comune. Tuttavia, questa volta si trattava di un Pseudonaja textilis, il secondo serpente più pericoloso al mondo. Il suo veleno è letale, così come la sua stretta. E la dolce gatta Mabel stava pagando un prezzo alto per questo incontro.

Non siamo sicuri di cosa sia accaduto tra i due animali in quel giardino, ma la prontezza di riflessi e l’uso di utensili da cucina hanno permesso a questa coraggiosa donna di Brisbane di salvare la vita del suo gatto da una situazione potenzialmente mortale.

Gatto soffocato da un serpente: cos’è successo

La gatta Mabel è anziana e affetta da un tumore cerebrale che ha influenzato la sua mobilità. Nel tentativo di tenerla al sicuro, Rebecca la sua padrona cerca di tenerla chiusa in casa, ma a volte Mabel riesce comunque a sfuggire. Proprio come è successo lo scorso 30 gennaio, quando ha approfittato della porta aperta dal figlio della padrona che doveva andare a scuola, per fuggire di nuovo.

“Ultimamente Mabel è molto lenta, quindi quando riesce a fuggire, di solito si dirige verso un luogo soleggiato per riposare, quindi non ero particolarmente preoccupata”, ha raccontato Rebecca. “Ma poi, verso l’ora di pranzo, l’ho notata passare davanti alla finestra della cucina e ho subito notato qualcosa di strano: aveva un serpente avvolto intorno al collo?”

La gatta di Mabel stentava a respirare, ma non ha reagito all’attacco. Per fortuna, non è stata morsa e Rebecca è riuscita a liberarla dal serpente dalla coda prima che la presa diventasse mortale. Solo successivamente, è venuta a conoscenza che si trattava di uno dei serpenti più letali esistenti e che sia Mabel che lei erano state in pericolo.

Il salvataggio

La coraggiosa padrona del gatto ha confessato che al primo avvistamento del serpente sul suo animale domestico si era illusa che fosse una specie non velenosa. “Sono rimasta ovviamente sbalordita e ho reagito immediatamente per rimuoverlo”, ha dichiarato, quasi senza pensarci. “Ero disperata nel voler salvare il nostro amato gatto, così ho afferrato il primo utensile utile che ho trovato in cucina: un paio di pinze da insalata”.

Non è forse l’oggetto più adatto, ma nonostante tutto si è dimostrato efficiente nel compito, preservando la sicurezza anche del rettile. Ma cosa ne è stato del serpente velenoso? “È rimasto ferito ma è miracolosamente sopravvissuto” e ora è “probabilmente in qualche angolo del mio giardino o nel folto della vegetazione dietro casa”. Questa è una ragione in più per prestare maggiore attenzione quando Mabel decide di fuggire.